Per i giovani, anche se abituati a spostarsi con i mezzi su brevi e lunghi tragitti, il viaggio è sempre un'esperienza unica.

La prova educativa IL MIO VIAGGIO È UNA BELLA STORIA chiede di raccontarla da un punto di vista diverso dal solito: mescolando liberamente realtà e fantasia, tecnologia e manualità, programmando il percorso sulla cartina trovata nel kit, immaginando e raccontando un viaggio stra-ordinario pieno di innovazione e di avventure, in compagnia di uno dei VIAGGIATORI SPECIALI.

La classe sceglierà il compagno di viaggio e il punto di vista da approfondire nel racconto: tecnologia, geografia, economia, ambiente, cittadinanza… un solo ambito, o più di uno.

SFOGLIA IL REGOLAMENTO Scuola primaria

SFOGLIA IL REGOLAMENTO Scuola secondaria di 1ogrado

Suggerimenti di lettura

Consigli di lettura
  • Il piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry
  • Cosa sanno le nuvole? Un viaggio per scoprire insieme che tempo fa di Paolo Sottocorona
  • Misteri in giro per il mondo con i Maier di Doro Gobel, Knorr Peter
  • Storia di una lumaca che scoprì l'importanza della lentezza di Luis Sepulveda
  • La grande muraglia. Viaggio in Cina con nonno Hoi-chiu di Cristina Cappa Legora
  • Le avventure di Huckleberry Finn di Mark Twain
  • Mappe di Aleksandra e Daniel Mizielinscy
  • Il viaggio di Marco Polo da Venezia alla Cina e ritorno di Pino Pace e Allegra Agliardi
  • L'uomo che piantava gli alberi di Jean Giono

Attività

Come si definisce un itinerario di viaggio?

Prima di partire si programma, anche con l'aiuto di Internet. Si guarda una carta o un atlante stradale. Da qui parto per arrivare a... La carta mi indica le distanze, i tipi di strade, la grandezza delle città che attraverso… Con un solo colpo d'occhio vedo il territorio nel suo insieme, scopro grazie ai segnali convenzionali siti turistici, parchi e aree naturali, strade e luoghi panoramici, percorsi alternativi…
Quando sono in auto posso ricorrere al navigatore satellitare e a una app che ho scaricato sul cellulare per il viaggio.

Raccogliamo a casa quello che ci può servire a scuola

    • Facciamoci invidiare dal Barone di Münchhausen e fotografiamo o descriviamo i dispositivi digitali dell'auto di famiglia e i cartelloni elettronici che informano in autostrada.
    • Prepariamo un itinerario per Erodoto su una cartina d'Italia che abbiamo in casa o stampiamone uno su www.viamichelin.it con semplici click.
    • Andiamo, senza auto come Marco Polo, a cercare prodotti che non conoscevamo in un mercato rionale o sui banchi di un supermercato. Fotografiamoli.
    • Arrivato alle isole Galapagos, Darwin raccoglieva campioni di vegetazione e studiava gli animali. Possiamo farlo anche noi nel parco o in un fine settimana fuori città, oppure in Internet o sull'enciclopedia!
    • Sicuramente in città ci sarà una sede della Caritas o della Croce Rossa o di un'altra associazione di solidarietà. Visitiamola come farebbe Xuan Zang e intervistiamo chi ci lavora.
    • Facciamoci invidiare da Michel Ardan e fotografiamo o descriviamo i dispositivi digitali dell'auto di famiglia e i cartelloni elettronici che informano in autostrada.
    • Prepariamo un itinerario per Ibn Battuta su una cartina che abbiamo in casa o stampiamone uno più esotico che si prepara su www.viamichelin.it con semplici click.
    • Andiamo, senza auto come Cristoforo Colombo, a cercare prodotti che non conoscevamo in un mercato rionale o sui banchi di un supermercato. Fotografiamoli.
    • In giro per l'Europa, Linneo raccoglieva campioni e appunti e pensava a come classificare gli organismi viventi. Classifichiamo prodotti tipici del nostro itinerario con l'aiuto di Internet e l'enciclopedia!
    • Sicuramente in città ci sarà una sede della Croce Rossa o di un'altra associazione di solidarietà che opera presso gli ospedali. Visitiamola come farebbe Ippocrate e realizziamo un'intervista.

Il viaggio è un'esperienza che con Michelin si impara a vivere da protagonisti.