Michelin fa scuola

Con Michelin, tu risparmi carburante e l'ambiente ci guadagna.

Equilibrio delle prestazioni

Sapevate che. ?

Il 70% degli incidenti avviene su strada asciutta, nel 60% dei casi a velocità ridotta e in area urbana.

Il 75% degli incidenti si registra su tratti rettilinei, nel 20% dei casi sul bagnato.

Il 25% degli incidenti avviene in curva, nel 50% dei casi sul bagnato.

Il 99% degli incidenti sul bagnato avviene su uno strato sottilissimo di acqua.

Come dev'essere un buon pneumatico?

Come si può immaginare, la sicurezza è la prima qualità che ci si aspetta da uno pneumatico.

E poi?

Deve far risparmiare carburante e avere vita lunga (cioè percorrere molti chilometri).

Come si risparmia carburante e, di conseguenza, si riducono le emissioni di anidride carbonica?

Per limitare le emissioni nocive di CO2, che contribuiscono all'effetto serra e al riscaldamento globale del pianeta, bisogna ridurre l'impatto delle forze che si oppongono al movimento del veicolo.

E la durata, c'entra con l'ambiente?

Uno pneumatico che dura a lungo significa meno pneumatici da fabbricare (quindi minor utilizzo di materie prime)

e meno pneumatici da smaltire alla fine del ciclo di vita.

In poche parole, a ogni pneumatico si richiedono tre prestazioni essenziali:
sicurezza, risparmio di carburante, durata

Gli pneumatici Michelin

Gli pneumatici Michelin soddisfano le esigenze di sicurezza, risparmio di carburante (grazie a una bassa resistenza al rotolamento) e durata. Ma, oltre a questo, sono caratterizzati dall'equilibrio delle prestazioni. In pratica, ogni pneumatico Michelin è il risultato di una avanzatissima ricerca tecnologica, che assicura non solo l'eccellenza di ogni singola prestazione, ma soprattutto dell'insieme delle tre. In ogni pneumatico Michelin, perciò, l'ottimo livello di una prestazione non deve mai andare a scapito di un'altra.