2011 - 2012 mobilitÓzione sostenibile 5

Da oltre 10 anni Michelin organizza il Challenge Bibendum, un interessante appuntamento tra i più importanti attori pubblici e privati della mobilità che dà il polso delle innovazioni per la sostenibilità del traffico su strada. Nel 2011 Challenge Bibendum ha tenuto la sua undicesima edizione a Berlino e in questa occasione sono state messe a fuoco una serie di concrete proposte relative a: utilizzo delle potenzialità offerte dalla tecnologia per rendere il traffico sicuro, fluido, a impatto tendente a zero sull’ambiente; innovazione nei mezzi di trasporto; nuove fonti energetiche.

mobilitàzione sostenibile 5 declina contenuti e messaggi del Challenge Bibendum 2011 nei materiali dei tre kit. In ogni kit, una metodologia didattica mirata alla fascia di età: la narrazione fantastica nella Scuola Primaria; divertenti esperimenti nella Scuola Secondaria di 1° grado; l’interesse per le novità nei veicoli a motore nella Scuola Secondaria di 2° grado.
Per tutti, un appassionante concorso educativo, In viaggio con voi, mette in palio il Premio Michelin 2012.

Scuola Primaria

Con Hantea, la città fiore, il nuovo originale libro in 26 copie, Pino Pace racconta in modo divertente, adatto ai bambini e alle loro famiglie, le diverse opportunità offerte alla mobilità sicura e sostenibile dai comportamenti, dalle tecnologie, dalla scelta del mezzo di trasporto.

  • Dettagli
    Nel kit:
    • La Guida per l’insegnante
    • 26 copie di Hantea, la città fiore
    • Il pieghevole con le istruzioni per il concorso IN VIAGGIO CON VOI per la Scuola Primaria

     

     

  • Idee
    Spunti per attivitÓ in classe!
    • Realizzazione di un fumetto in cui si racconta il viaggio di Bibendum ad Hantea; il suo incontro con i bambini Alessio e Alice ed i loro compagni di classe; la difficoltÓ di muoversi in una cittÓ inquinata e congestionata dal traffico e la scelta di soluzioni alternative da praticare (uso della bicicletta, auto elettriche, sistemi di traffico intelligenti, pneumatici efficienti ecc.).

    • Realizzazione di una mascotte Bibendum utilizzando vecchi copertoni e materiali di riciclo. Realizzazione di un racconto per immagini fotografiche della propria cittÓ inserendo la mascotte nei contesti sostenibili ed ecocompatibili a confronto con situazioni di inquinamento e comportamenti dannosi per la salute dei bambini, adulti ed ambiente.

    • Drammatizzazione della storia di "Hantea. La cittÓ fiore" con tutti i componenti della classe come protagonisti. Aiuto da parte dei genitori per i costumi e le scenografie e per la ripresa video dello spettacolo teatrale.

    • Realizzazione di un gioco da tavolo "Bibendopolis" una sorta di gioco dell'oca in cui si avanza grazie a comportamenti sostenibili si retrocede invece a causa di comportamenti dannosi per se stessi e l'ambiente. Per la realizzazione della plancia da gioco, del dado, dei segnaposti, verranno impiegati materiali riciclati.

    • Realizzazione di un poster in cui si racconta attraverso dei disegni la storia di Bibendum alle prese con una cittÓ sostenibile, in cui le macchine sono elettriche, le energie rinnovabili, i sistemi di traffico sono intelligenti ed integrati, ed in cui i bambini giocano per strada anche nelle grandi cittÓ, i palazzi convivono con i parchi ed il verde.

    • Dopo aver letto il libro Hantea, elaborazione di una storia con protagonista Bibendum realizzata attraverso il contributo di tutti i bambini della classe. Un lavoro collettivo che procede e si realizza grazie agli interventi di tutti. Realizzazione grafica del libro attraverso l'utilizzo di varie tecniche (disegno, collage, pop up) combinate con materiali riciclati.

    • I bambini raccontano a Bibendum la loro cittÓ attraverso i disegni, evidenziando i comportamenti sicuri e le pratiche sostenibili relative alla mobilitÓ (da soli e in famiglia). In seguito tutti i disegni verranno montati in un video/presentazione di power point con in sottofondo una canzone che richiama il tema della sostenibilitÓ e della sicurezza.

    • Dopo aver letto il racconto "Hantea" e discusso in classe del tema della mobilitÓ, suggeriamo un brain storming poetico, in cui ogni bambino contribuisce alla realizzazione di una canzone dedicata a tali tematiche. Il protagonista sarÓ sempre Bibendum e come melodia pu˛ essere utilizzata una canzone giÓ conosciuta. SarÓ poi possibile registrare la performance ed inviare il video della canzone eseguita da tutta la classe.

    • Realizzazione di un racconto con protagonista Bibendum ispirato al libro Hantea con tanti finali quanti sono i componenti della classe. Ogni bambino potrÓ scegliere se disegnare, scrivere, comporre con diverse tecniche il suo racconto, tutte le storie saranno raccolte in un libro ad anelli, facile da sfogliare ed utile per essere agilmente "giocato" ed utilizzato.

Scuola Secondaria di 1° grado

Magic Mobility, un magazine individuale in 25 copie, propone tre esperimenti da realizzare a casa o a scuola, accompagnati da notizie, curiosità, approfondimenti e attività per rendere sicura e sostenibile la mobilità quotidiana.

  • Dettagli
    Nel kit:
    • La Guida per l'insegnante
    • 30 copie di Magic Mobility
    • 30 tesserini di Young Mobility Manager
    • Il pieghevole con le istruzioni per il concorso IN VIAGGIO CON VOI per la Scuola Secondaria di 1° grado

     

  • Idee
    Spunti per attivitÓ in classe!
    • Viaggio per immagini nella propria cittÓ in compagnia di Guglielmo Marconi, inventore del telegrafo senza fili e della radio. Focalizzazione su tutti quegli strumenti che devono molto alle sue invenzioni come: Isoradio, Tom Tom, telefonini collegati via bluetooth, macchine ibride, motorini e biciclette elettriche, colonnine per ricaricare i veicoli, ecc. Alle buone pratiche di sicurezza e rispetto di se stessi e dell'ambiente con particolare attenzione agli pneumatici che come studiato sono fondamentali per la stabilitÓ del veicolo, la frenata e quindi la sicurezza dei passeggeri, per il risparmio energetico (pneumatico nuovo e adatto alla stagione riduce resistenza al rotolamento consentendo di ridurre costi e consumi del carburante).

    • Robert Anderson nel 1839 realizz˛ la prima auto elettrica. Dopo aver effettuato una ricerca sull'argomento, la classe pu˛ elaborare una sceneggiatura e immaginare un dialogo con lo scienziato in cui gli racconta i progressi scientifici che oggi consentono di avere in circolazione nelle nostre cittÓ auto ibride e veicoli elettrici, anche dotati di gomme specifiche (vedi per esempio sul sito Michelin le caratteristiche degli pneumaticiEnergy E-V - Electric Vehicle), o addirittura le avveniristiche Active Wheel che producono energia... Lo spettacolo potrÓ essere ripreso e inviato come elaborato per il concorso.

    • Dopo aver approfondito l'argomento dell'auto (scienza e tecnica) la classe pu˛ realizzare un fumetto in cui uno scienziato del passato si trova alla guida di un veicolo in una cittÓ, che per lui rappresenta il futuro, in cui ci sono macchine elettriche, pneumatici innovativi, in cui l'energia Ŕ prodotta grazie alle energie alternative, i sistemi di traffico sono integrati, tutti sono connessi grazie al wi-fi, il traffico Ŕ pi¨ sicuro .

    • Immaginate di accompagnare lo scienziato Alessandro Volta in una visita alla vostra cittÓ. Potrete realizzare un video in cui uno di voi impersonerÓ lo studioso e gli altri studenti mostreranno i cambiamenti e i progressi scientifici nella produzione dell'energia, i differenti modi di produrla ed utilizzarla. Risparmiare energia Ŕ fondamentale, occorre ridurre gli sprechi a casa, a scuola, in macchina, ovunque. Il video pu˛ essere realizzato anche con un telefonino.

    • Ispirandovi alla celebre trasmissione radiofonica immaginate la vostra "Intervista impossibile" a Michael Faraday. La scenaggiatura sarÓ elaborata da tutta la classe e poi sempre tutti insieme si deciderÓ chi impersonerÓ lo scienziato e chi il suo intervistatore, che potrebbe essere proprio Bibendum, l'omino della Michelin. Potrete poi decidere se concorrere con la sceneggiatura come testo oppure con il video dell'intervista messa in scena.

    • Elaborazione di un video gioco ispirato alla Pond Bio Fuels http://www.pondbiofuels.com/ societÓ canadese che dopo aver studiato le proprietÓ delle alghe per assorbire l'anidride carbonica negli impianti industriali, le produce nei medesimi e poi le utilizza come combustibile per la produzione di energia.

    • Elaborazione della traccia di un video gioco con protagonista uno degli scienziati studiati nel programma di scienze alle prese con le novitÓ tecnologiche di una cittÓ del futuro. La tematica pu˛ essere proprio la sicurezza, con i diversi contributi studiati: penumatici sicuri e innovativi, sistemi di trasporto intelligenti, comportamenti alla guida. L'obiettivo: soluzioni per muoversi meglio nel traffico cittadino sfruttando tutte le potenzialitÓ offerte dalla tecnologia e dal progresso scientifico.

    • Elaborazione di un plastico di una cittÓ del futuro in cui possono essere inserite le varie tecnologie studiate in scienze e inventate soluzioni alternative, anticipando (chissÓ...) il futuro. Potrebbe essere carino dedicare alcune delle piazze/vie della cittÓ alle invenzioni pi¨ utili per la sicurezza e la mobilitÓ sostenibile: servirebbe a segnalare l'adozione di buone pratiche come l'utilizzo di mezzi pubblici, l'andare a piedi o in bicicletta e la mobilitÓ in sicurezza dei veicoli (pnumatici adatti alla stagione e con mescole che contribuiscono sia alla sicurezza sia a risparmiare carburante e quindi ridurre le emissioni di anidride carbonica).

    • I progressi della scienza e della fisica nel campo della mobilitÓ sono inarrestabili. La classe pu˛ provare a fissare le tappe di questa storia in un gioco da tavola che ha come protagonisti gli scienziati che hanno contribuito al progresso e come penalitÓ i comportamenti/leggi che ne ostacolano lo sviluppo. Tra le cattive abitudini ricordatevi di segnalare la pericolositÓ dell'utilizzo di pneumatici non adatti alla stagione o usurati. Spesso basta un piccolo accorgimento per migliorare la salute nostra e del nostro pianeta.

    • Realizzazione di un breve video in cui Bibendum racconta a uno scienziato del passato la "giornata tipo" di un personaggio che si muove in sicurezza. In questo caso la sceneggiatura e quindi la scelta degli argomenti da trattare sarÓ di fondamentale importanza. Una risorsa immediatamente disponibile e piena di suggerimenti Ŕ proprio il sito Michelin con i "consigli di Bibendum".

Scuola Secondaria di 2° grado

6 schede per la classe traducono le informazioni sulle più attuali tematiche relative alla sicurezza e sostenibilità della mobilità su strada (come il ruolo delle tecnologie informatiche applicate al traffico veicolare, le effettive possibilità di ridurre il peso del traffico sulle emissioni climateranti, i biocarburanti di 1a 2a e 3a generazione, le prospettive di successo degli interventi sulla sicurezza stradale) in proposte di attività negli ambiti storico-sociale, matematico, scientifico, tecnologico, economico.

  • Dettagli
    Nel kit:
    • La Guida per l’insegnante e, nella tasca della Guida, 6 schede per la classe:
    1. Veicoli e strade, un dialogo aperto;
    2. Aria di strada…;
    3. L’auto elettrica: una soluzione per la città?;
    4. Viaggiamo bio;
    5. Il pianeta, le strade, la cultura della sicurezza;
    6. Mobilità 2.0.
    • Il pieghevole con le istruzioni per il concorso In viaggio con voi per la Scuola Secondaria di 2° grado
  • Idee
    Spunti per attivitÓ in classe!
    • Analizzare le cause degli incidenti dal punto di vista delle componenti principali della guida (strada-veicolo-utente), con un focus sul ruolo svolto dagli pneumatici (es. problema dell'aderenza, perdita di controllo del mezzo, sicurezza passiva, ecc.).

    • Fare un'analisi storica sull'andamento degli incidenti stradali in Italia e dei relativi indici (mortalitÓ e lesivitÓ), da mettere in relazione con l'evoluzione della popolazione residente ed il parco veicolare studiandone correlazioni e legami.

    • Fare un confronto con la situazione negli altri Paesi Europei, con particolare riguardo all'andamento dell'incidentalitÓ negli ultimi anni ed al confronto con il caso italiano.

    • Approfondire la questione dei costi sociali degli incidenti: come si quantificano, a quanto ammontano (per i morti ed i feriti), che percezione ne hanno realmente le persone. Questa analisi potrebbe spingersi a dare delle indicazioni sugli investimenti nella sicurezza stradale, mettendone in evidenza i benefici dal punto di vista economico.

    • Stilare una lista delle cose da fare in via prioritaria in base a quanto emerso dalla scheda (es. comunicazione accresciuta sulla questione dei costi sociali, inserimento di alcuni risultati dello studio nei programmi delle scuole guida, ecc.).